Entra
Entra

Il Cammello

La figura del Cammello ("camiddu") è protagonista primaria per il ruolo predatorio che interpreta nella finzione scenica di pretenziosa questua.
Il cainniello, presente in altre manifestazioni popolari siciliane, pare debba ricollegarsi alla presenza araba nell'Isola. A Messina la tradizione ricorda che il vittorioso Ruggero d'Altavilla entrò in città seguito da cammelli carichi del bottino tolto ai musulmani.
L'insieme degli apparati celebrativi fa delle feste d'agosto messinesi, un caso forse unico in Europa, riverbero dei fasti mercantili della città che, nel medioevo e nel rinascimento accumulò tutta una serie di simboli che ne celebrassero l'antichità ed il prestigio delle origini. La devozione popolare, sia pure parzialmente, ha saputo e voluto tramandarne la memoria, con la partecipazione viscerale e massiva dei suoi abitanti, alle feste d'Agosto.